Ma tu di che sesso sei?

 

IL SOGNO DI KING

Teatro documentario sulla storia del memorabile discorso
pronunciato il 28 Agosto 1963 alla marcia su Washington

di Walter Peraro

regia di Walter Peraro

 

Il sangue fluttua in un'aria satura di razzismo.
King, con la sua marcia non violenta lo porta via, cercando di togliere ignoranza e pregiudizi.
Inizia così il nostro spettacolo teatrale, ma i fatti cominciarono in realtà nel dicembre del 1955 quando una ragazza di colore, Rosa Parks, si rifiutò di cedere il posto ad un bianco su un autobus. Quell'episodio fu la scintilla da cui ebbe origine il "boicottaggio degli autobus" nella città di Montgomery, dove per un anno intero gli afro-americani si rifiutarono di usare i mezzi pubblici. La vittoria in quella battaglia, fondata sulla non violenza, diede alle comunità di neri la convinzione di poter lottare per i loro diritti civili. Noniostante le violente reazioni delle amministrazioni pubbliche capeggiate dai bianchi e le atroci violenze perpetrate dai membri del Ku Klux Klan, i diritti dei neri trovarono finalmente un riconoscimento da parte del Presidente J.F. Kennedy e del Congresso degli Stati Uniti, che con il definitivo "Civil Right Act" del 1964, dichiaròl'abolizione delle leggi "Jim Crow" (leggi dei singoli stati, create per istituire e mantenere la segregazione razziale). Un contributo fondamentale a quel riconoscimento (che portò anche al diritto di voto dei neri) venne dalla "Marcia su Washington" del 28 Agosto 1963, dove King, davanti a 250.000 americani di ogni razza e religione, pronunciò il suo discorso, famoso ancora oggi per la celebre frase "I have a Dream".
Ma il sogno di King, fermato con il suo assassinio nel 1968, ancora oggi non si è pienamente realizzato.
Il razzismo c'è ancora ed il sangue continua a fluttuare nell'aria.

PERSONAGGI:

M.L. KING: Carlos Delgado
CORETTA: Malice Omondi
SINDACO: Alberto Castelletti
RALPH ABERNATHY: Prosper Nkenfack
NIXON E.D.: Aurelio Tchoupe
JACK CRENSHAW: Fabio D'Alberto

TESTO E REGIA: Walter Peraro

 

ASSISTENTI DI SCENA: Monica Cordioli, Anna Svizzero
TECNICO AUDIO E VIDEO: Federico Galbieri
TECNICO LUCI: Andrea Vian
COSTUMI: Daniela Guardini
ELABORAZIONI AUDIO: Sopralenuvole Music Studio
ELABORAZIONI VIDEO: presso gli studi dell'Atelier Orlandi